Raccolte 200.000 firme per la cittadinanza a Zaki. Ora il voto in Senato

patrick zaki
La piattaforma Change.org ha superato l'obiettivo sulle adesioni proprio in concomitanza con l'approdo della mozione in Parlamento
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Oltre 200.000 firme per chiedere che venga data la cittadinanza a Patrick Zaki. Sono quelle raccolte dal comitato Station to station che tre mesi fa ha aperto una raccolta firme su Change.org, rivolta al presidente del Consiglio, Mario Draghi e più in generale a tutto il Governo italiano, per chiedere che lo studente e attivista egiziano in carcere da oltre un anno diventi cittadino italiano.

firme zaki cittadinanza

Il comitato ha raggiunto l’obiettivo delle 200.000 firme proprio in concomitanza con la votazione della mozione in Senato per la cittadinanza a Zaki, promossa dal Partito democratico e calendarizzata per domani in Parlamento. “In questi mesi non abbiamo mai dimenticato Zaki e non smetteremo mai di sostenere la sua liberazione #freePatrick”, scrivono i Giovani democratici dell’Emilia-Romagna, ricordando del voto in Senato che potrebbe concretizzarsi in questi giorni. “Questa detenzione risulta sempre più arbitraria, ingiusta e crudele“, continua il gruppo dei Giovani dem, ricordando del biglietto scritto in italiano che ieri Zaki ha consegnato alla sua fidanzata in occasione di una visita al carcere.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»