Terra dei Fuochi, Vescovo di Acerra: “Papa Francesco in visita appena usciremo dalla pandemia”

Lo ha annunciato monsignor Antonio Di Donna, presidente della Conferenza Episcopale campana
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – “Le dieci diocesi del territorio compreso tra Napoli e Caserta, la cosiddetta Terra dei Fuochi, da alcuni anni fanno un cammino condiviso e avrebbero ricevuto la visita del Papa un anno fa, visita poi rinviata causa Covid. Ma il Papa ha dato per certa la sua visita appena la pandemia lo permetterà”. Lo ha annunciato monsignor Antonio Di Donna, vescovo di Acerra e presidente della Conferenza Episcopale campana durante la conferenza stampa di presentazione del convegno nazionale “Custodire le nostre terre. Salute, ambiente, lavoro” promosso dalla Cei e in programma per sabato 17 aprile.

 VESCOVO ACERRA: ‘CONDANNATI’ A DIALOGO CON REGIONE CAMPANIA

“Abbiamo più volte cercato una interlocuzione con le istituzioni e, anzi, c’è stato un momento di dialogo forte nel 2015 quando ad Acerra è convenuta l’istituzione chiave, la Regione Campania. Purtroppo, dopo quel momento, gli impegni presi non sono stati mantenuti”. A denunciarlo è monsignor Di Donna. “Alla Regione – sottolinea – compete la maggior parte delle decisioni, anche quelle dei Comuni dipendono dalla Regione. Avere una interlocuzione è importante. Da due mesi sono presidente della conferenza episcopale campana e, insieme ai vescovi campani, ci siamo proposti di cercare un dialogo con la Regione, che sicuramente ci sarà”. “Ma si tratta – osserva il vescovo di Acerra – di un dialogo non facile, siamo su posizioni certe volte distanti, ma vogliamo il bene dei cittadini e il dialogo è necessario. Siamo ‘condannati’ al dialogo, lasciatemi usare questo termine, e non possiamo farne a meno”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»