Riapre la cattedrale di Ascoli Piceno dopo il terremoto

Il sindaco Castelli ringrazia "la diocesi che ha agito in autonomia superando quella burocrazia assurda che sta affliggendo i territori del cratere"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ASCOLI PICENO – “Oggi riapre la nostra cattedrale. Ne siamo felici ed orgogliosi”. Con queste parole sul proprio profilo ufficiale Facebook il sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli annuncia la riapertura post sisma della cattedrale di Sant’Emidio, duomo del capoluogo piceno dedicato al suo patrono, che si trova con il palazzo dell’Arengo a piazza Arringo.

“Dopo la messa in sicurezza, seguiranno i lavori per il definitivo recupero del duomo- prosegue Castelli-. Ringraziamo la diocesi che ha agito in autonomia superando quella burocrazia assurda che sta affliggendo i territori del cratere”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»