Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

A Sulmona c’è Maria che corre in piazza

Il rito realizzato dalla locale Confraternita di Santa Maria di Loreto
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A Sulmona, la domenica di Pasqua, Maria corre incontro a Gesù appena risorto: è il rito tradizionale chiamato da queste parti “La Madonna che scappa in piazza”. Una magnifica rappresentazione teatrale e cielo aperto vede in scena Maria, Pietro e Giovanni. Quest’ultimo dà alla madre di Gesù l’annuncio dello straordinario evento. Maria, perplessa, segue lentamente i due per un tratto di strada e, scorgendo da lontano il Figlio risorto, accelera il passo precipitandosi felice verso di lui. Tutto questo accade tra la chiesa di San Filippo – da dove parte la statua di Maria in lutto, in compagnia di quelle degli apostoli –, piazza Garibaldi – dove la Madonna “scappa” verso il Figlio – e l’Acquedotto Svevo –, dove, su un baldacchino, sta in attesa la statua del Risorto.

La bellezza del rito – che si rinnova anche in questa Pasqua – corre attraverso i colori, i silenzi e l’esplosione di gioia della folla che assiste al riconoscimento liberatorio, sottolineato da uno spettacolare cambio di vesti della statua della Madonna, la quale, alla vista di Gesù, con un sofisticato meccanismo di fili, lascia cadere il manto nero sotto il quale si rivela uno splendido abito verde. Le origini del rito, realizzato dalla locale Confraternita di Santa Maria di Loreto, sono incerte (alcuni gli riconoscono radici medievali, altri credono a una genesi seicentesca). Certa è la bellezza e la gioia liberatoria che si esprimono in questa intensa ora pasquale.

Fonte: http://www.italianways.com/it/

(Photos via: ©Ernst)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»