Coronavirus, rinviata la partenza del Giro d’Italia

Condividi su facebook Condividi su twitter Condividi su whatsapp Condividi su email Condividi su print ROMA - Rinviata la partenza del Giro d'Italia di ciclismo,
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Rinviata la partenza del Giro d’Italia di ciclismo, in programma il 9 maggio da Budapest. Per l’emergenza coronavirus il Governo dell’Ungheria ha dichiarato lo stato di emergenza vietando l’organizzazione di eventi di massa. Di conseguenza, il Comitato Organizzatore delle tappe ungheresi del Giro d’Italia 2020 (le prime tre) ha dichiarato l’impossibilità di ospitare la Grande Partenza della Corsa Rosa nelle date inizialmente previste: le parti, spiega una nota, hanno ribadito la loro determinazione a lavorare insieme per consentire al Giro d’Italia di partire dall’Ungheria in una data successiva.

LEGGI ANCHE: Il calcio internazionale si ferma per Coronavirus: stop a Champions e Europa League

RCS Sport, dunque, vista la situazione nazionale e internazionale, comunica di aver posticipato la data del Giro. La nuova data sarà annunciata non prima del 3 aprile, quando termineranno le disposizioni previste dal Dpcm del 4 marzo 2020 e dopo che l’organizzazione si sarà confrontata con il Governo, gli Enti locali e territoriali e le Istituzioni sportive italiane e internazionali.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»