Coronavirus, apri le finestre e suona: oggi alle 18 il flash mob per trasformare l’Italia in un enorme concerto

Dopo un rapido tam tam su whatsapp, il flash mob sonoro 'Ovunque tu sia, rallegriamo le città' ha contagiato tutta Italia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

MILANO – L’appuntamento è lanciato, nessuno può mancare. Dove? A casa propria, ovviamente. Questo pomeriggio alle 18, le finestre delle case italiane si apriranno per lasciare spazio alla musica e trasformare le città in degli enormi concerti gratuiti. 

LEGGI ANCHE: VIDEO | Tammurriata dai balconi a Benevento contro l’isolamento da coronavirus

L’idea del flash mob sonoro ‘Ovunque tu sia, rallegriamo le città’ è stata lanciata da Fanfaroma, street band romana nata nel 2013, e, con un rapido tam tam circolato su whatsapp, ha presto contagiato tutta Italia.

“Apriamo le finestre, usciamo in balcone e suoniamo insieme anche se lontani”, si legge nel messaggio. “Venerdì 13 alle 18 in punto tutti gli abitanti d’ Italia prenderanno il loro strumento e si metteranno a suonare dalla loro finestra…il nostro paese diventerà così per quei pochi minuti un gigantesco concerto gratutito!“. 

Ma la partecipazione non è ristretta ai soli musicisti e tutti possono partecipare al flash mob sonoro: “Chi non sa suonare uno strumento, metta un disco spalancando la finestra. Così, visto che non possiamo uscire a prendere aria, la facciamo entrare in casa”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»