Il calcio internazionale si ferma per Coronavirus: stop a Champions e Europa League

Il 17 marzo riunione globale in videoconferenza per rispondere all'epidemia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Alla luce degli sviluppi dovuti alla diffusione del Covid-19 in Europa e alle relative decisioni prese da diversi governi, tutte le competizioni Uefa per club in programma la prossima settimana sono rinviate“. È ufficiale. Dopo rinvii e tentennamenti, anche le competizioni calcistiche europee si fermano. La Uefa, il massimo organismo europeo, ha infatti diramato una nota attraverso le quali arriva lo stop ufficiale per “le restanti partite della Champions League, in programma il 17 e 18 marzo” e quelle di Europa League “del 19 marzo”. Entrambe sono agli ottavi di finale. Ferme anche le partite di Youth League, giunta ai quarti di finale, “in programma il 17 e 18 marzo”. Ulteriori decisioni sui recuperi saranno comunicati a tempo debito. A seguito dei rinvii, sono state rinviate anche le gare dei quarti di finale della Champions League e della Europa League previste per il 20 marzo. L’Uefa ha invitato i rappresentanti delle 55 associazioni aderenti, insieme ai consiglieri dell’Associazione europea dei club e dei campionati europei, e a un rappresentante della FifPro, a una riunione in videoconferenza martedì 17 marzo per discutere di risposta all’epidemia.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»