Coronavirus, Raggi: “Pochi posti in terapia intensiva? La sanità pubblica è stata smantellata”

Lo ha detto la sindaca di Roma intervenendo in diretta su SkyTg24
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Tra quello che ci sta facendo vedere questa emergenza, la cosa piu’ grave e’ la carenza di posti in terapia intensiva. Alcune Regioni hanno aumentato i posti in modo provvisorio anche con le tende e stiamo cercando di aiutarci una Regione con l’altra in modo positivo e solidale, ma tutto questo dimostra con una violenza senza precedenti quanto lo smantellamento della sanita’ pubblica scientificamente portato avanti in questi anni stia pesando in questo momento di emergenza”. Lo ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi, intervenendo in diretta su SkyTg24. 

“I tagli dei posti letto pubblici a fronte di quelli privati, addirittura la chiusura totale di ospedali nei piccoli comuni del Lazio hanno impattato molto sugli ospedali di Roma che sono diventati polo ricettivo di migliaia di persone in piu’, con file nei pronto soccorso. Oggi ci rendiamo conto di quanto quella politica sia stata fallimentare. Mi auguro che ci sia un’inversione di tendenza immediata”, ha concluso Raggi. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

13 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»