F1, annullato il gp di Australia

Stop di federazione e organizzatori: "La salute è la priorità"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Niente da fare. La F1 scalda i motori ma non riesce a partire. Il GP che avrebbe dovuto aprire la stagione 2020, e’ stato definitivamente annullato a causa del coronavirus.

I venti piloti e le due dieci scuderie erano infatti a Melbourne perche’ questa domenica si sarebbe dovuta correre la corsa, ma il caro si positivita’ nel team McLaren ha costretto gli organizzatori a fermare tutto.

La scuderia di Lewis Hamilton, infatti, aveva gia’ annunciato, alla vigilia delle prove libere, il ritiro dalla gara perche’ un membro del team era stato trovato positivo al Covid-19. Dopo una lunga riunione, la dichiarazione congiunta della Fia, la Federazione internazionale dell’automobile, e di Formula 1, gli organizzatori dei GP. A seguito della conferma che un membro del McLaren Racing Team e’ risultato positivo al COVID-19 e la decisione del team di ritirarsi dal Gran Premio d’Australia, giovedi’ sera, Formula 1 e FIA hanno convocato una riunione con gli altri nove direttori di squadra, che si sono concluse con la decisione a maggioranza delle squadre che la gara non si sarebbe corsa.

“Formula 1 e FIA, con il pieno supporto dell’Australian Grand Prix Corporation (AGPC)- si legge nella nota- hanno quindi deciso di annullare tutte le attivita’ della Formula 1 per il Gran Premio d’Australia”.

Sono state presi in considerazione “gli enormi sforzi dell’AGPC, Motorsport Australia, dello staff e dei volontari per organizzare la gara di apertura del mondiale di Formula 1 FIA 2020 a Melbourne” ma “la sicurezza di tutti i membri della famiglia della Formula 1 e la comunita’ piu’ ampia, nonche’ l’equita’ della concorrenza hanno la priorita’”.

Ora riflettori sul prossimo GP, in calendario tra sette giorni. Il Circus della F1, infatti, si dovrebbe spostare in Bahrain, nel fine settimana 20-22 marzo: viste le premesse c’e’ il rischio di un altra cancellazione. Stesso discorso per il Vietnam, 3-5 aprile. Ufficialmente e’ gia’ stata cancellata la gara cinese del 17-19 aprile, sempre per il coronavirus.
L’ultimo precedente di una gara annullata risale al 2011, quando il GP del Bahrain salto’ a causa delle rivolte in Medio Oriente, nella ‘Primavera Araba’.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»