hamburger menu

Congresso mondiale delle famiglie, Chigi avvia istruttoria su logo e patrocinio

Al momento il logo campeggia ancora nello spazio riservato ai patrocini nel sito del Wcf, insieme a quello della Regione Veneto e della provincia di Verona

17-12-2020 14:13
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – A quanto apprende l’agenzia Dire, gli uffici di Palazzo Chigi hanno chiesto ai Dipartimenti della Famiglia e dell’Informazione ed editoria di avviare un’istruttoria sulla concessione del Patrocinio e del logo al World Congress of families in programma a Verona dal 29 al 31 marzo.

Al momento il logo campeggia ancora nello spazio riservato ai patrocini nel sito del Wcf, insieme a quello della Regione Veneto e della provincia di Verona. Ma nelle prossime ore Palazzo Chigi potrebbe revocarli, per il tramite dei due dipartimenti interessati (Famiglia per il patrocinio, Editoria e informazione per il logo) se risultasse violato il regolamento che disciplina la concessione. I dipartimenti possono accordare il logo e il patrocinio solo se sono escluse iniziative che hanno carattere anche indirettamente lucrativo. Si tratta di un requisito essenziale. 

Per questo palazzo Chigi ha chiesto di verificare se la partecipazione all’iniziativa sia subordinata al pagamento di una quota, di circa 15 euro. Al momento i biglietti in vendita on line sono esauriti, ma cio’ non esclude che altri biglietti possano essere venduti, magari a prezzi piu’ alti. 

Se sara’ confermata la necessita’ di pagare un biglietto per aderire all’iniziativa, con ogni probabilita’ gli uffici di Palazzo Chigi nelle prossime ore revocheranno patrocinio e logo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T14:13:33+02:00