Pd, Emiliano: “Io unica alternativa al nulla lucente di Renzi”

"C'entro poco con questa maggioranza, che ha il culto del capo, che è una cosa estranea al centrosinistra", dice Michele Emiliano
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

emilianoROMA – “Il nulla lucente del renzismo ha alternative all’interno del Pd”, e “al momento l’unica alternativa al renzismo è la mia mozione. Orlando ora ha un pentimento tardivo dopo aver condiviso tutto del governo Renzi”. Così il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a RepubblicaTv.

“A PRIMARIE ITALIANI POSSONO CHIUDERE PARENTESI RENZI”

“Renzi, sulla base delle sole primarie, è diventato presidente del Consiglio. Ora gli italiani hanno l’occasione inversa e possono chiudere la parentesi: prima lo hanno fatto diventare premier, ora alle primarie, con soli 2 euro, possono ricambiare la politica italiana”. Lo dice il presidente della Regione Puglia.

“IO C’ENTRO POCO CON QUESTA MAGGIORANZA”

“Io col Pd c’entro poco? C’entro poco con questa maggioranza, che ha il culto del capo, che è una cosa estranea al centrosinistra. Partecipai tanti anni fa ai funerali di Berlinguer, era un leader ma non c’era culto della personalità, ora si sottrarrebbe a questa pratica. E lo stesso Aldo Moro”, dice ancora Emiliano.

“CLIMA? IO MAGISTRATO ANTIMAFIA, RESISTO A INTIMIDAZIONI”

“Enrico Rossi e Roberto Speranza sono due brave persone, spezzate nel cuore dalla violenza che attorno a loro si e’ creata e gli ha reso invivibile la possibilità di stare nel Pd”. Lo dice Michele Emiliano, presidente regione Puglia e candidato alla segreteria Pd, a ‘Omnibus’ su La7. “Vogliono fare la stessa cosa con me- aggiunge- la differenza è che io sono un magistrato antimafia. A me dei loro tentativi di crearmi dei problemi… non vanno mica da nessuna parte. Se loro pensano di spaventarmi si sono sbagliati. Ieri a Firenze le persone mi guardavano come se avessero paura di venire alle mie… perchè chiaramente c’e’ un clima dentro al Pd che è quello che ha spinto alla scissione”. “Io resisto alle intimidazioni- dice ancora Emiliano- sono addestrato dalla repubblica a resistere alle intimidazioni. Ci sono decine di persone che mi sostengono senza ammetterlo perchè dire io sto con Emiliano, in questo momento, e’ pericoloso”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»