Letta: “Sulla questione greca la Germania ha sbagliato”

"Dal 2008 al 2012 l'Europa ha fatto scelte attendiste. Dal 2012 invece si son fatte cose per bene"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – “Sulla questione greca la Germania ha sbagliato gestione e quella situazione è stata specchio del problema politico europeo”. Questo è il pensiero dell’ex premier Enrico Letta sulla questione relativa alla crisi greca, in cui a detta di Letta “la cifra data come aiuto, superiore al Pil greco in un anno, è stata messa ma nessuno è contento”. Se invece “si fosse messa cifra inferiore si sarebbe salvata la Grecia”.

Letta, intervenuto durante una conferenza organizzata all’Università Iulm di Milano ha ammesso che “dal 2008 al 2012 l’Europa ha fatto scelte attendiste. Dal 2012 invece si son fatte cose per bene“.

Per il predecessore di Renzi la globalizzazione “distrugge le aspettative perché c’è paura che le aziende chiudano e arrivino altri attori dall’altra parte del mondo a spazzarti dal mercato”, tuttavia attraverso una cooperazione europea “l’Europa del Sud deve essere più forte e non pensare che per questa tempesta dobbiamo eliminare l’Europa, perché da soli non abbiamo speranza”. Un esempio può essere dato dal cambiamento “del regolamento dei fondi strutturali per intervenire su zone in cui globalizzazione è entrata e ha fatto danni”, conclude.

di Nicola Mente, giornalista

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»