NEWS:

TorX ‘made in Vda’ vola in Cina, sì ad accordo con LetourSports

Pubblicato:13-02-2022 14:25
Ultimo aggiornamento:15-02-2022 12:45
Autore:

FacebookLinkedIn

(DIRE – Notiziario Turismo e Sport) Courmayer, 13 feb. – Il TorX, il pacchetto di trail e ultratrail valdostani firmato Vda Trailers, è pronto a volare in Cina. Grazie ad un accordo con LetourSports, la società ‘satellite’ del gruppo Kailas, noto marchio outdoor internazionale, l’altopiano dello Yunnan-Guizhou, nella zona sudoccidentale della Cina, ospiterà, a partire dall’estate 2022, una nuova competizione che entrerà a far parte del circuito TorX eXperience. Un numero di finisher del nuovo TorX in Cina, ancora da definire, potranno così acquisire dei pax per poter accedere direttamente all’iscrizione della gara in Valle d’Aosta, senza dover passare dal sorteggio.

L’accordo avrà una durata quinquennale, fino al 2027, e prevede l’utilizzo del brand valdostano per l’organizzazione delle competizioni in terra cinese, che dovranno ispirarsi a quelle del TorX: dal nome della gara alla lunghezza dei percorsi, passando per il numero dei partecipanti, l’organizzazione logistica e l’unicità delle location scelte, ma anche l’ecosostenibilità e il fair play della corsa. La società LetourSports vanta una buona esperienza in questo settore- gli anni scorsi ha organizzato la Guang Zhou Ultra Race 100, la Mogan Ultra Kailas, la Bejing 100 Ultra e la Mount Tai 100- così come la location scelta è tra le destinazioni nel mondo che vale la pena visitare, secondo la classifica stilata dal New York Times, proprio come Courmayeur.

“Coltiviamo questa idea di espanderci fuori dall’Italia già da un paio di anni- spiega Alessandra Nicoletti, presidente di Vda Trailers- poi ovviamente la pandemia ha scombussolato un po’ i nostri piani”. “Il TorX è una gara a numero chiuso- aggiunge-, quindi abbiamo pensato di creare degli altri TorX in giro per il mondo, da una parte per consentire anche a chi non può permettersi un viaggio simile di vivere l’esperienza del TorX, e dall’altra per allargare ulteriormente la platea degli atleti potenzialmente interessati a venire in Valle d’Aosta, fornendo una possibilità in più di accedere alla gara originale”.
“Iniziamo dalla Cina- conclude Nicoletti- dove abbiamo da anni degli ottimi contatti che ci consentiranno di presentare una nuova gara, sul modello di quella originale. Riteniamo che il mercato orientale sia molto interessante. L’obiettivo a lungo termine è di esportare il modello anche in altre zone del mondo, dall’America alla Nuova Zelanda”.

Soddisfatto per la nuova collaborazione anche Yang Long, ceo di LetourSports: “Siamo onorati ed entusiasti di accompagnare il viaggio del TorX in Oriente, impegnandoci nel rappresentare una nuova base in Asia, dedicata alla creazione di una nuova esperienza, straordinaria ed estrema, che riprenda le caratteristiche fondamentali del TorX”. Conclude: “Ci auguriamo che attraverso lo sviluppo degli eventi asiatici, i corridori cinesi più forti abbiano l’opportunità di partecipare al TorX in Italia”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookLinkedIn