Zingaretti: “Bene Conte, giusto reagire alle fibrillazioni di Italia Viva”

"Non ho elementi per dire che siano alla vigilia di una crisi, il presidente Conte ha chiesto a tutti un atto di chiarezza"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Questa conferenza stampa nasce per essere liberi e autonomi e non subalterni a una discussione che rischia di essere molto chiusa nei palazzi e non inserita nella vita delle persone. Condivido la forte preoccupazione e il richiamo alla serieta’ del presidente del consiglio. E’ una sua prerogativa reagire a fibrillazioni che a questo punto e’ giusto vengano prese sul serio. Bisogna chiedere maggiore collegialita’”. Cosi’ Nicola Zingaretti, in conferenza stampa, a proposito delle parole di Conte rivolte a Italia viva.

LEGGI ANCHE: Prescrizione, Italia Viva vota con l’opposizione al Senato. L’ira di Conte: “Inaccettabile, serve un chiarimento”

Ma si puo’ andare avanti con Italia Viva che minaccia il governo? “Io penso di si'”, dice Nicola Zingaretti che chiede al governo un’agenda “progressista che puo’ essere condivisa anche da Italia viva”.

Zingaretti osserva tuttavia che “e’ giusto a questo punto porre domande come quelle che il presidente del consiglio ha posto”.

LEGGI ANCHE: Renzi alza il tiro e qualcuno dei suoi pensa di mollarlo. Pd sempre più nervoso: chi lo ha detto che non si vota?

“Io non credo- aggiunge Zingaretti- e non ho elementi per dire che siano alla vigilia di una crisi, che nessuno per la verita’ ha dichiarato. Il presidente Conte ha chiesto a tutti un atto di chiarezza. E’ evidente che la fine di questo governo coincide con la fine della legislatura”.

“E’ ora di pensare al destino degli italiani e di passare a una nuova fase del governo. Chiediamo – aggiunge- che la verifica si concluda con la scelta di varare un piano per lo sviluppo e per il lavoro. Ci rivolgiamo alle forze di maggioranza in primo luogo, ma ci vogliamo rivolgere anche agli italiani: dal 27 al 29 febbraio apriremo coi gazebo una grande consultazione sul programma”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»