Visite in ospedale di sera in Veneto? Pd: “Un fallimento”

I dati del 2018 fanno parlare il Pd di "fallimento".: poche le visite in orario notturno e nei giorni festivi e prefestivi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

VENEZIA – Le visite serali, introdotte dalla Regione Veneto per ridurre le liste di attesa, “sono un fallimento”. Ne è convinto il consigliere regionale democratico Claudio Sinigaglia, che porta a sostegno della sua tesi i dati contenuti nella relazione della Ragioneria di Stato relativi al 2018. Le visite diagnostiche in orario serale sono state in tutto 24.494, di cui 315 mammografie, 3.189 ecografie, 2.148 tac, 10.980 rmn e 7.862 visite di altre varie tipologie.

LEGGI ANCHE: Partorisci in Veneto? Hai l’ombrellone pagato per 2 settimane

“Nemmeno una mammografia al giorno in orario serale”, sottolinea Sinigaglia. E i numeri vanno solo un po’ meglio se si analizzano i dati relativi alle aperture festive e prefestive (tema peraltro entrato anche nella campagna elettorale in Emilia-Romagna). Le prestazioni nei giorni festivi sono state 40.787, di cui 939 mammografie, 5.179 rmn, 1.718 ecografie, 299 tac e 32.652 visite di altro tipo.

Nel complesso, le visite in orario serale, festivo o prefestivo sono state 136.203, quindi meno rispetto alle 193.000 circa registrate nel 2015. “Ha senso tenere aperto in queste fasce orarie? Non ci dicono nemmeno quanto costa il servizio, per il personale sono tutti straordinari“, conclude il dem.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»