Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico, edizione del 13 febbraio 2019

https://www.youtube.com/watch?v=theYj5_qhBo&feature=youtu.be CASO DICIOTTI, GASPARRI: NON PROCESSARE SALVINI Il presidente della Giunta per le immunità del Senato, Maurizio Gasparri, chiederà di negare l’autorizzazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CASO DICIOTTI, GASPARRI: NON PROCESSARE SALVINI

Il presidente della Giunta per le immunità del Senato, Maurizio Gasparri, chiederà di negare l’autorizzazione a procedere contro il ministro dell’Interno Matteo Salvini per il caso dei migranti della nave Diciotti. “Finora non sono emerse evidenze a carico” del vicepremier leghista, ha spiegato Gasparri. Secondo l’esponente di Forza Italia, infatti, Salvini agì nell’interesse pubblico quando si rifiutò di far sbarcare i migranti dalla nave Diciotti lo scorso agosto. La Giunta dovrebbe votare non prima della prossima settimana.

REDDITO DI CITTADINANZA, LA LEGA TENTA DI ‘SMONTARLO’

Tra Lega e Movimento 5 stelle si apre un nuovo fronte: il reddito di cittadinanza. Il Carroccio ha presentato in commissione al Senato un pacchetto di emendamenti per provare a depotenziarlo. I senatori di Matteo Salvini chiedono di non cumulare gli incentivi previsti dal reddito con il bonus sud per gli under 35, e propongono una serie di paletti per complicare l’accesso al sussidio. Tra questi l’aver lavorato almeno 2 anni negli ultimi 10 e il servizio civile obbligatorio per le persone tra i 18 e 28 anni.

GOVERNO VA AVANTI SULL’ AUTONOMIA, LANDINI: PERICOLOSO

Il governo tira dritto sull’autonomia di Lombardia, Veneto ed Emilia-Romagna. Non c’e’ nessuno slittamento, assicura la ministra Erika Stefani. I testi sono pronti e saranno domani in Consiglio dei ministri. Un progetto bocciato dalla Cgil. Per il leader Maurizio Landini si tratta di un “disegno pericoloso: non saranno più garantiti diritti uguali per tutti in sanita’, lavoro e scuola”.

SALVINI CONTRO VERHOFSTADT: LO MANDEREMO A LAVORARE

“Quando finira’ di essere il burattino di Salvini e Di Maio?” Le parole di Guy Verhofstadt al Parlamento europeo contro il presidente del consiglio Giuseppe Conte risuonano ancora nel dibattito politico. “Non sono il burattino delle lobby”, ha replicato lo stesso Conte, mentre Matteo Salvini gli rinnova la stima. “Hanno insultato un popolo, sono dei buzzurri. Li manderemo a lavorare”, assicura il vicepremier.

TAV, IN COMMISSIONE LA DIFESA DEL PROFESSOR PONTI

Dopo la pubblicazione della relazione sull’analisi costi-benefici per la realizzazione della Tav, il professor Marco Guido Ponti, a capo della Commissione ‘ad hoc’ voluta dal ministro Toninelli, spiega il suo lavoro in Parlamento difendendosi da chi lo accusa di aver dato un assist alle tesi M5s. “Nessun atteggiamento ideologico”, dice il docente. Le opposizioni chiedono di audire anche Pierluigi Coppola, il tecnico che non ha firmato l’analisi costi-benefici.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»