Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

All’Unicusano quarto workshop di Ipazia su ‘Culture and Gender Issues’

Appuntamento venerdì 9 marzo, a partire dalle 10.15, nell’aula Magna
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Venerdì 9 marzo, a partire dalle 10.15, nell’aula Magna dell’Università Niccolò Cusano di Roma si terrà il quarto workshop on gender ‘Culture and Gender Issues’, afferente all’Osservatorio Scientifico sulle Questioni di Genere Ipazia, giunto al suo quinto anno di attività. La giornata si articola in due momenti distinti: la mattina, in seduta plenaria, verrà presentata al pubblico l’attività di Ipazia attraverso l’intervento istituzionale di Amelia Laura Crucitti (dirigente Regione Calabria – Stati Generali delle Donne), quello imprenditoriale con Alessandra Colonna (managing partner di Bridge Partners) e quello di associazioni, organizzazioni e fondazioni con Marcella Mallen (presidente Prioritalia); non mancherà l’approfondimento sugli aspetti scientifici del lavoro di Ipazia grazie all’intervento di Mauro Paoloni (Università Roma Tre) e di Raffaella Sarti (Università di Urbino). Nel pomeriggio ricercatori e professori che si interessano degli studi di genere presenteranno i loro lavori ai colleghi in quattro sessioni parallele; una dedicata alla presenza delle donne nel mondo universitario, una agli aspetti della responsabilità sociale delle imprese (Rsi), una all’imprenditoria femminile e una alla presenza femminile nelle imprese a conduzione familiare. Tutte le sessioni sono guidate da Paola Paoloni, docente di Economia alla Cusano e responsabile scientifico dell’Osservatorio, con il supporto dei membri del Comitato Scientifico di Ipazia. Per la professoressa Paola Paoloni “sarà una giornata di lavoro molto intensa. Dopo la plenaria verranno presentati addirittura 27 studi sulle questioni di genere da parte di ricercatori e professori provenienti da atenei italiani e stranieri. Al quinto anno di lavoro l’Osservatorio Scientifico Ipazia si è arricchito di innumerevoli contributi. Siamo estremamente soddisfatti perché in questo nuovo appuntamento possiamo davvero constatare quanto sia cresciuto e diventato ancora più forte il network internazionale di scienziati, imprenditori e istituzioni di Ipazia a cui abbiamo dato vita in questi anni di lavoro. Il nostro percorso prosegue nel migliore dei modi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»