Your monthly usage limit has been reached. Please upgrade your Subscription Plan.

Italia
°C

Lacche naturali con erbe dei colli bolognesi, l’azienda Rolland ‘vola’

Oggi l'azienda bolognese ha ricevuto la visita del ministro Galletti: "Qui c'è il futuro, quella che vediamo alla Rolland sarà la nuova economia"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Cosmetici naturali, per i capelli in particolare, prodotti grazie alle erbe delle colline bolognesi secondo tecniche biodinamiche integrali e diffusi nel mondo. Sembra davvero una green economy ‘senza se e senza ma’ quella sposata da Rolland, azienda familiare insediata a Cadriano (Bologna) che oggi riceve la visita del ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, tramite l’impegno di Ascom e del suo direttore generale Giancarlo Tonelli. Fondata nel 1948 con la mission di sfornare profumi ed essenze destinati all’alta clientela, l’azienda bolognese è stata tra le prime in Italia a produrre lacche con estratti naturali. Innovando anno dopo anno formule e trattamenti dedicati ai saloni d’acconciatura e d’estetica, tuttora il principale riferimento di mercato, per Rolland è la linea ecologica ed etico-solidale “Organic way” a rappresentare la vetta più alta, dopo oltre 15 anni di lavoro ad hoc tra formulazione naturale e chimica pulita. I numeri che contano, oggi, confermano che si tratta di un esperienza di eccellenza territoriale, che ha sfruttato la crisi per affinare sempre più in chiave eco la propria strategia, ad esempio abbandonando del tutto la plastica nelle attività di packaging. Così, quest’anno Rolland ha proiettato a bilancio un fatturato intorno ai 21 milioni di euro. La pianta organica cambia settimanalmente, con diversi giovani e giovanissimi appena avviati: solo a Cadriano si contano 85 persone, diventeranno 100 a breve. I prodotti aziendali hanno raggiunto oltre 60 Paesi del mondo e l’export tiene bene, sempre nell’ambito del canale professionale riferito ai saloni di acconciatura di alto profilo.

Così, oltre ai vari attestati biodinamici, biologici, Natrue e Peta, Rolland ha ottenuto una doppia certificazione sulla qualità integrata: la Iso 9001 e la Iso 22716, per un sistema di gestione di qualità secondo gli standard più elevati di controllo. Lo assicura l’amministratore delegato del gruppo, Luca Laganà, più che mai insieme ai suoi familiari-colleghi oggi per la visita di Galletti a Cadriano. Spiega Laganà: “Procederemo con gli investimenti in comunicazione attraverso un sostegno pratico ad attività di sensibilità ecologica, come l’iniziativa del ragazzo olandese impegnato nella raccolta della plastica in mare. Così come continueremo ad aiutare le realtà poroduttive svantaggiate, acquistando dalle comunità agricole i loro prodotti”. Applaude convinto Galletti questa mattina tra una visita e l’altra: “Qui c’è il futuro, quella che vediamo alla Rolland sarà la nuova economia: verde, circolare, fondata sul riutilizzo. Chi prima lo capisce più diventa competitivo sul mercato. Mi fa piacere che tutto questo si trovi a Bologna, dove- enfatizza il ministro dell’Ambiente- ci sono tecnologie e centri di ricerca universitari unici. Approfondiremo il tema dell’economia circolare al G7 Ambiente di giugno a Bologna, lo anticiperemo a suon di convegni per far capire alla città e all’Emilia-Romagna cosa vuol dire investire in questo settore”.

di Luca Donigaglia, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»