Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Scontri anti-tornelli all’Ateneo di Bologna, Galletti: “Sto con la Procura, studio è valore”

"Ha fatto bene il rettore Ubertini, e bene hanno fatto la magistratura e le Forze dell'ordine a essere presenti in questo modo", dice il ministro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA- “Condivido pienamente le parole del procuratore Amato, il diritto allo studio è indispensabile ed è un valore. Bisogna permettere a tutti gli studenti che usufruiscono nel modo giusto delle biblioteche universitarie di poter studiare, questo bisogna fare. Lascio alla magistratura e alle Forze dell’ordine gli strumenti più opportuni, ma questo è il principio che a Bologna va affermato senza paura“. Lo dice il ministro Gianluca Galletti, commentando oggi gli scontri tra collettivi e Forze dell’ordine che hanno tenuto banco in questi giorni nella zona universitaria.

A margine di una visita aziendale questa mattina nel territorio, continua il ministro centrista bolognese: “Se è stato gestito bene il problema? Sì, ha fatto bene il rettore Ubertini, e bene hanno fatto la magistratura e le Forze dell’ordine a essere presenti in questo modo. Poi- precisa Galletti- le manganellate non fanno mai piacere a nessuno e se non ci sono è meglio: su questo sono d’accordo. Ma c’è un momento nel quale bisogna affermare un principio: se i miei figli vanno all’Università devono poter studiare”.

di Luca Donigaglia, giornalista professionista

LEGGI ANCHE:

Proteste anti-tornelli a Bologna, la Procura pensa all’associazione a delinquere per i collettivi

Università Bologna, cariche della Polizia e tafferugli per protesta anti-tornelli/VIDEO

Ateneo Bologna, il Cua smonta e porta in rettorato i “tornelli”/FOTO e VIDEO

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»