Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Unioni civili, Carrescia (Pd): “Sulle adozioni evitare forzature”

ANCONA - "Senza il voto dei 5 Stelle si
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Piergiorgio CarresciaANCONA – “Senza il voto dei 5 Stelle si riapre la discussione sulla stepchild adoption“. Il deputato marchigiano del Pd Piergiorgio Carrescia è tra i firmatari dell’appello lanciato ai senatori dem in vista del voto finale sul ddl Cirinnà sulle unioni civili.

“Dopo le dichiarazioni di Grillo è caduta la barriera che impediva di fatto di riaprire la discussione sulla stepchild adoption anche all’interno del Pd- spiega Carrescia nell’appello sottoscritto insieme agli altri parlamentari Pd Simonetta Rubinato, Tino Iannuzzi, Teresa Piccione, Alfredo Bazoli, Ernesto Preziosi, Mino Taricco e Giovanna Palma- Non vi è più infatti il vincolo della intangibilità dell’articolo 5, pena la perdita del consenso del M5S sull’intera legge. Oggi dunque è politicamente possibile tentare una sintesi più condivisa. Ed è ciò che chiediamo al nostro partito, ai nostri colleghi del gruppo al Senato. Il Parlamento ha il dovere di garantire i diritti dei minori senza legittimare comportamenti gravemente antigiuridici”. Secondo Carrescia in questo momento “va evitata qualunque forzatura che rischierebbe di lasciare ferite profonde nel partito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»