Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Nelle scuole di Roma fa freddo. La Giunta: “Interverremo su impianti riscaldamento”

aula classe scuola
Gli assessori Pratelli, Catarci e Segnalini assicurano "uno sforzo straordinario per porre rimedio alle criticità" e, nel lungo termine, un piano di controllo, ripristino e rinnovamento di caldaie e impianti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “In vari istituti scolastici di ogni ordine e grado della città si sono riscontrati numerosi problemi alle caldaie e al riscaldamento, legati alla scarsa manutenzione degli ultimi anni e al più generale invecchiamento di parecchi impianti. Di sicuro non ha aiutato il fatto che la Giunta Gualtieri e le compagini municipali si siano insediate solo a ottobre, a scuole aperte”. Lo dichiarano in una nota congiunta l’assessora a Scuola, Formazione e Lavoro, Claudia Pratelli, l’assessore al Decentramento, Andrea Catarci, e l’assessora ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture di Roma Capitale Ornella Segnalini.

“Nonostante ciò nell’immediato si è richiesto agli uffici tecnici territoriali e centrali di profondere uno sforzo straordinario per porre rimedio alle criticità – continuano gli assessori – mentre nel prossimo futuro, a partire dal bilancio che sta per essere discusso in Assemblea Capitolina e in cui si riserva una particolare attenzione proprio alla scuola, si intende avviare un’azione complessiva di controllo, a cui far seguire i ripristini e i rinnovamenti di caldaie e impianti che spesso non sono più rimandabili. A tale scopo, inoltre, sono stati già avviati confronti con le altre grandi città e con il governo nazionale, perché la reale e completa soluzione di una situazione così annosa e socialmente rilevante non può essere trovata solo nelle pieghe dell’ordinario ma necessita altresì di sforzi congiunti e sinergie istituzionali“, concludono Pratelli, Catarci e Segnalini.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»