Tg Riabilitazione, edizione del 13 gennaio 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

– CDAN FISIOTERAPISTI: NO A CULTURA SOSPETTO SU VACCINO COVID

Un messaggio di “preoccupazione” per “l’abusivismo professionale e la diffusione di false informazioni scientifiche sul vaccino” per il Covid-19. E’ quello lanciato dalla Commissione d’Albo nazionale Fisioterapisti, per bocca del presidente Piero Ferrante, dopo che nelle scorse settimane una sedicente ‘dottoressa fisioterapista/massoterapista naturopata’ piemontese – risultata non iscritta né all’Albo dei Fisioterapisti né all’elenco speciale dei Massoterapisti presso l’Ordine delle Professioni sanitarie di Novara-Vco – ha dichiarato sui social di non ricevere i pazienti vaccinati contro il Covid ‘perchè questi dovrebbero fare 42 giorni di quarantena’. La Cdan Fisioterapisti ha quindi ricordato che “non esiste evidenza scientifica alcuna riguardo quanto espresso da questa persona”, che “vaccinarsi e’ un gesto di grande serieta’” e invitato i cittadini “per la cura della loro salute, a rivolgersi solo a professionisti sanitari in possesso dei necessari requisiti”.

– A SANTA LUCIA PROGETTO ‘TEMPO’, MUSICA PER PAZIENTI CON ICTUS

Al via, presso il Santa Lucia Irccs di Roma, il progetto Te.M.P.O, nato per offrire nuove prospettive terapeutiche in ambito neuroriabilitativo, facilitando anche approcci di teleriabilitazione e neuroriabilitazione domiciliare tecnologicamente assistita. Lo scopo, inoltre, è studiare l’efficacia di una terapia basata sul ‘mismatch’ musicale negativo con l’utilizzo di un’apposita app in grado di migliorare la qualità della vita nei pazienti con ictus in fase sub-acuta. Per capire meglio di cosa si tratta l’agenzia Dire ha intervistato la dottoressa Valeria Verna, logopedista e ricercatrice presso il Santa Lucia.

– PROGETTI UCBM ROMA-INAIL-SANT’ANNA PISA PER AMPUTATI ARTO

Tre progetti che stanno per partire presso il Campus Bio-Medico di Roma, in collaborazione con il Centro Protesi Inail di Budrio e la partecipazione della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, sono destinati a imprimere un’ulteriore accelerazione ai progressi nel campo delle protesi bioniche di arto superiore. Si tratta di tecnologie assistive, come una nuova protesi bionica completamente impiantabile e wireless, oppure nuove procedure di chirurgia bionica per l’adattamento di protesi più innovative, con la capacità di restituire la propriocezione, e infine protesi e ortesi di mano low-cost grazie all’utilizzo di tecniche avanzate di prototipazione rapida con stampa 3D.

– USL TOSCANA: RECUPERO POST-ICTUS CON RIABILITAZIONE PRECISIONE

La riabilitazione di precisione per un percorso personalizzato e come potente mezzo per il recupero, in termini predittivi, dei pazienti affetti da ictus cerebrale. E’ la nuova frontiera che un team di ricercatori, coordinato dall’Azienda Usl Toscana Sud Est, contribuirà a sviluppare nei prossimi tre anni. Lo studio, denominato RE.PO.R.T., è stato finanziato dalla Regione Toscana per un importo di 735mila euro e prevede la partecipazione di 250 pazienti affetti da ictus per analizzare la capacità del cervello di rispondere alla riabilitazione dopo un evento neurologico, in relazione ai determinati polimorfismi genetici, individuabili con un semplice esame del sangue.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»