Enna, confiscati beni per oltre dieci milioni di euro a un imprenditore agricolo

L'uomo, residente a Valguarnera, in passato è stato condannato per reati connessi alla criminalità organizzata
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

PALERMO – Beni per oltre dieci milioni di euro sono stati confiscati dai carabinieri del Comando provinciale di Enna e dal Gico della guardia di finanza di Caltanissetta a un imprenditore agricolo, G.S., residente a Valguarnera.

Le indagini, svolte attraverso accertamenti bancari e patrimoniali, hanno ricostruito “l’evoluzione della consistenza del patrimonio immobiliare e mobiliare – spiegano gli investigatori -, nonché i movimenti delle attività imprenditoriali nel settore agricolo acquisiti nel tempo dalla famiglia dell’uomo”, che in passato è stato condannato per reati connessi alla criminalità organizzata.

Nel complesso dei beni confiscati ci sono 349 ettari di terreno, otto fabbricati nelle campagne dei comuni di Valguarnera, Aidone, Enna e Piazza Armerina, nove auto e tre conti correnti bancari. Colpite anche tre società operanti nel settore agricolo e zootecnico.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

13 Gennaio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»