VIDEO | Roma, ancora spenti i termosifoni nelle case popolari di Casal Bruciato: barricate e fiamme in strada

Alta tensione a Casal Bruciato, quartiere della periferia romana, dove i cittadini protestano per il mancato funzionamento dei riscaldamenti nelle case di proprietà del Comune
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Barricate e fiamme in strada a Casal Bruciato, a Roma, dove i cittadini dei civici 140, 145 e 147 di via Diego Angeli stanno protestando perché i termosifoni delle case comunali sono rimasti spenti dall’inizio dell’inverno nonostante la presenza di caldaie sostituite l’anno scorso.

La tensione è alta, con un signore di 85 anni che ha minacciato di gettarsi dal secondo piano. Sul posto sono arrivati i Vigili del fuoco, i Carabinieri e un’ambulanza. Al momento il Comune di Roma non ha inviato nessun rappresentante.

CASAL BRUCIATO, CITTADINI: ACCENDETE TERMOSIFONI O NUOVO FUOCO IN STRADA

“Se entro trenta minuti non arriva un tecnico del Comune di Roma noi riaccendiamo il fuoco in strada”. Sono determinati i cittadini di via Diego Angeli a Casal Bruciato, periferia est di Roma, dove alcuni palazzi comunali hanno i termosifoni spenti dall’inizio della stagione invernale.

“Raggi dove sei?”, chiedono gli abitanti delle case di proprietà del Comune. Sul posto ci sono le forze dell’ordine e i Vigili del fuoco. Nella via gli abitanti hanno messo in mezzo alla strada anche alcuni cassonetti bloccando il traffico.

CASAL BRUCIATO, CON TECNICO CALDAIA TORNA CALMA DOPO TENSIONE

Momenti di tensione a Casal Bruciato, a Roma, dove da questa mattina è in corso una protesta dei cittadini di via Diego Angeli a causa del mancato funzionamento dei termosifoni nelle case comunali.

Quando le forze dell’ordine hanno spostato dal centro della strada i cassonetti che i cittadini avevano messo per bloccare la circolazione, alcuni abitanti degli alloggi popolari, tra i quali donne e anziani, hanno tentato di opporsi, ma senza successo. Una cittadina ha poi iniziato a tirare in mezzo alla strada alcuni sacchetti dei rifiuti presi degli stessi cassonetti.

La calma è tornata non appena è arrivato sul posto un tecnico incaricato dal Comune di Roma di sistemare e avviare le caldaie non funzionanti. Al momento è stato portato nei locali dove si trovano le caldaie, seguito da un gruppo di cittadini.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Dicembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»