Ricerca medica, presentato a Roma il primo report italiano sulle “Advanced Therapy Medicinal Product”

Il report vuole analizzare lo stato dell’arte delle ATMP proponendo soluzioni pratiche che consolidino la posizione dell’Italia nel settore.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

https://youtu.be/SI3m12p0vx0

ROMA – E’ stato presentato oggi a Roma al ministero della Salute il Primo report italiano sulle ‘Advanced Therapy Medicinal Product’ che pone al centro l’Italia, con un ruolo primario, quale paese apripista verso questa nuova ed entusiasmante frontiera della ricerca. Il Report vuole analizzare lo stato dell’arte delle ATMP, delineando il prossimo futuro e proponendo soluzioni pratiche che consolidino la posizione dell’Italia come Paese leader nel settore.

“Questo focus sulle ATMP è importante per l’alto valore clinico di queste nuove terapie per patologie ad oggi incurabili e anche per il ruolo dell’Italia nel loro sviluppo” ha dichiarato Paola Lanati, Founder & Managing Director MA Provider. 

COSA SONO LE ADVANCED THERAPY MEDICINAL PRODUCT

Le Advanced Therapy Medicinal Product (ATMP)– si legge in un comunicato- rappresentano un’importante opzione terapeutica per patologie ad oggi incurabili o su cui risulta difficile intervenire. Includono un gruppo eterogeneo di terapie, quali la terapia genica e l’ingegneria cellulare e tissutale, potenzialmente applicabili in ogni area terapeutica, dall’oncologia alle malattie genetiche, sino alla medicina rigenerativa.

La presenza delle ATMP sul mercato europeo è diventata sempre più rilevante negli ultimi anni ed è destinata a crescere. L’Italia ha avuto un ruolo chiave sia nella ricerca e sviluppo che nell’accesso a tali terapie avanzate, ma oggi per consolidare la prestigiosa leadership è necessario analizzare globalmente il sistema normativo di riferimento, per applicare misure correttive ed integrative, che rendano il Paese pronto alle nuove sfide organizzative e non, dell’immediato futuro.

“Sulle ATMP si gioca il futuro della medicina contemporanea”, ha sottolineato il Presidente della 12a Commissione Igiene e Sanità del Senato, Pierpaolo Sileri. “Risulta pertanto fondamentale la partecipazione a questo progetto di tutti gli attori sia del campo politico istituzionale sia privato, della ricerca e dell’impresa. Una sinergia di questo tipo potrà condurre a sviluppi inimmaginabili fino a pochi anni fa e l’Italia potrà vantare un ruolo da protagonista in questa rivoluzione farmacologica”.

 

https://youtu.be/Zv-fZjOO6w4

IL CONVEGNO ATMP FORUM – L’ATMP

Il Forum di oggi presso il Ministero della Salute, Lungotevere Ripa 1, organizzato e promosso da MA Provider, è stata l’occasione per presentare il “Primo report italiano sulle Advanced Therapy Medicinal Product”, frutto del confronto diretto tra i vari stakeholder, accomunati e riuniti dall’ambizioso obiettivo di rendere l’Italia realmente protagonista ed apripista verso questa nuova ed entusiasmante frontiera della ricerca.

Il report è il frutto di quanto condiviso e discusso in occasione dell’ATMP FORUM del luglio 2018, un momento di incontro in cui gli stakeholder coinvolti sono stati invitati a confrontarsi direttamente sulle sfide che le ATMP comportano per il Sistema Paese.

“Questo focus sulle ATMP è dovuto a diverse ragioni” sottolinea Paola Lanati, Founder & Managing Director, MA Provider. “Innanzitutto, per l’alto valore clinico: sono terapie con effetto long term, se non potenzialmente curative, per patologie ad elevato unmet medical need. Questo alto potenziale clinico delle terapie avanzate pone da un lato la necessità di garantire un accesso rapido e sicuro ai pazienti, dall’altro il bisogno di garantirne la sostenibilità economica, in equilibrio con l’alto costo dei nuovi farmaci, i tetti di spesa vincolanti e le disomogeneità regionali. In secondo luogo, lo sviluppo e la produzione di ATMP in Italia sarebbe un elemento di valore per il Paese, non soltanto in termini di prestigio, ma anche come nuovi posti di lavoro, investimenti e crescita in generale, oltre all’obiettivo primario di curare i pazienti in modo definitivo. Infatti, questo settore della medicina che partirà con voci di spesa contenute nel 2019, arriverà a rappresentare circa 500 milioni di euro nel 2023”.

COME NASCE IL PROGETTO ATMP

Il progetto ATMP Forum nasce il 6 luglio 2017 da MA Provider in collaborazione con il Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’Università del Piemonte Orientale (Novara) dall’obiettivo comune di rafforzare e implementare il ruolo primario che l’Italia ha giocato nello scenario ATMP.

L’ATMP Forum – continua la nota – ha visto ufficialmente la luce il 12 dicembre 2017 e si è successivamente sviluppato nei meeting del 3 e 4 luglio 2018, per dare continuità e ciclicità al gruppo di lavoro, creando una piattaforma virtuale dedicata alle ATMP. Rispetto al precedente, il gruppo di lavoro è stato allargato a clinici e player regionali. ATMP Web costituisce invece l’agorà virtuale del Forum, con servizi specifici per start-up, ricercatori, aziende e istituzioni, oltre ad essere una piattaforma con continui aggiornamenti e con un network tra i vari attori.

ATMP Lab è un progetto di ricerca indipendente in collaborazione con il Dipartimento di Scienze del Farmaco dell’Università del Piemonte Orientale (Novara); si focalizza su tre filoni principali: I) Horizon scanning: analisi degli studi clinici e delle pipeline aziendali per disegnare l’impatto delle ATMP nel breve-medio termine (1-4 anni); II) Access & funding: proposta di modelli alternativi di pagamento o funding, specifici per le ATMP e implicazioni legali; III) Organizational impact: implicazioni organizzative delle ATMP sul percorso di gestione della patologia e del paziente (es. criteri nella selezione dei centri di eccellenza, technology transfer).

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»