Siria, Pinotti: “La Russia e l’Iran sono fondamentali per la transizione politica”

FIRENZE - "Sulla Siria c'e' un lavoro molto importante
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

pinottiFIRENZE – “Sulla Siria c’e’ un lavoro molto importante che l’Italia sta facendo dal punto di vista diplomatico e finalmente vediamo dei passi avanti, anche il primo dialogo fra Assad e i ribelli dimostra che si stanno smuovendo le cose. Quindi, noi continuiamo a credere in quel tavolo che e’ cominciato a Vienna, dove ci sono tutti gli attori regionali e in piu’ ci sono anche la Russia e l’Iran che sono fondamentali per risolvere la questione siriana”. L’obiettivo e’ “costruire una transizione politica”. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti rispondendo ai giornalisti, a margine della kermesse renziana alla stazione Leopolda, in merito alla posizione italiana in Siria.

“A quel punto si capiranno anche le esigenze di sicurezza- ha aggiunto Pinotti- ma ad oggi l’Italia ha molti fronti aperti, perche’ siamo in Libano, Afghanistan, Somalia, in Iraq, nel Mediterraneo per le ben note vicende. Quindi, da questo punto di vista penso che l’impegno italiano sia gia’ molto significativo“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»