Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Tg Politico Parlamentare, edizione del 12 novembre 2021

tg_politico_parlamentare_12_novembre
In questa edizione si parla di: manovra, covid, rave party, Sergio Mattarella in visita al Sermig e la strage di Nassiriya
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MANOVRA IN SENATO, CONFINDUSTRIA CRITICA

Saranno poco meno di 17mila le persone che potranno andare in pensione l’anno prossimo con quota 102, ovvero con 64 anni di età e 38 di contributi. È questa la platea che stima la relazione tecnica alla legge di bilancio, trasmessa dal governo questa mattina al Senato. La manovra comincerà l’iter a Palazzo Madama da martedì, ma già si prefigura una corsa contro il tempo per approvare entro fine dicembre il provvedimento da 30 miliardi di euro. È probabile, infatti, che solo un ramo del Parlamento avrà la possibilità di presentare emendamenti. Intanto, il leader degli industriali, Carlo Bonomi, critica la finanziaria. “Mancano le riforme, non c’è nulla per i giovani, sbagliato rifinanziare il reddito di cittadinanza”: È lunga la lista delle misure che non vanno secondo Bonomi, che ribadisce l’invito al governo ad aprire un tavolo e siglare un patto per l’Italia.

COVID, CRESCONO INCIDENZA E TASSO DI CONTAGIOSITÀ

Covid in risalita. Continua ad aumentare l’incidenza settimanale a livello nazionale che raggiunge i 78 casi per 100 mila abitanti contro i 53 della scorsa settimana. Sale anche l’indice di trasmissibilità che nel periodo tra il 20 ottobre e il 2 novembre si attesta 1,21 in aumento rispetto alla settimana precedente, quando è stato pari a 1,15. I dati della Cabina di regia, comunicati dall’Istituto superiore di sanità, rilevano anche un aumento del tasso di occupazione delle terapie intensive e dell’area medica.

MATTARELLA AL SERMIG: “QUI L’IMPOSSIBILE È POSSIBILE

Prima l’Arsenale della Pace là dove sorgeva una fabbrica di armi. Ora anche un palazzetto dello Sport. Luoghi che danno l’idea di come l’impossibile diventi possibile se c’è fiducia e solidarietà. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in visita al Sermig, il Servizio missionario giovani di Torino, si dice emozionato nel vedere come era questo posto e come è diventato. “Dà l’idea di quanto sia facile per il Sermig realizzare i sogni impossibili”, dice il Capo dello Stato che ha ricevuto in dono dai ragazzi un paio di scarpette da calcio. “Le userei se avessi mezzo secolo di meno”, ha detto.

GUERRA AI RAVE-PARTY, DURA LEGGE DELLA LEGA

La Lega deposita un disegno di legge contro i rave, primo firmatario Matteo Salvini. In particolare, si propongono pene per chi invade terreni o edifici altrui, c’e’ la possibilità di arresto immediato, confische obbligatorie, per esempio degli strumenti musicali a partire dalle casse, risarcimenti per i proprietari che subiscono l’invasione, sospensione della patente per chi guida verso i raduni trasportando strumenti e materiale. È previsto anche l’utilizzo di agenti sotto copertura.

NASSIRIYA, LA POLITICA RICORDA I CADUTI

Diciotto anni fa, il 12 novembre del 2003, la strage di Nassiriya in Iraq. Oggi in tutta Italia la politica e le istituzioni ricordano le vittime di quell’attentato in cui morirono 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e 2 civili. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella esprime un “commosso pensiero” per chi “perse la vita rendendo “onore al Paese”. Il capo dello Stato sottolinea che nelle missioni internazionali l’Italia “continua a rappresentare un esempio”. Le missioni, ribadisce il presidente della Camera, Roberto Fico, “devono restare strumento al servizio della causa della pace”. Dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati arriva l’invito a non dimenticare “l’estremo sacrificio di chi ha difeso i nostri valori”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»