Coronavirus, in Giappone la metà dei sopravvissuti ha problemi di salute

Perdita di capelli, difetti memoria, perdita dell'olfatto e gusto, affaticamento alcuni dei sintomi postumi da ricovero
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA –  I dati diffusi dalla prefettura di Wakayama, nel Giappone occidentale, secondo cui il 46% dei pazienti dimessi dagli ospedali dopo essere stati infettati dal CoViD-19 mostra sintomi postumi e problemi di salute di vario tipo molto oltre la guarigione dal virus, lanciano un allarme nella comunità medica sulla necessità di studiare meglio anche il periodo postumo il ricovero. I sintomi riscontrati includono perdita di capelli, difetti della memoria, persistente perdita dell’olfatto e del gusto e senso di affaticamento. Le informazioni, al vaglio del ministero della salute, verranno presto studiate cercando un riscontro sul piano nazionale. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Novembre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»