Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

El Salvador, è partita la ‘carovana’ di chi non vuole emigrare

salvador_carovana_
Circa duemila giovani salvadoregni ha marciato lungo la frontiera con il Guatemale chiedendo di poter restare e integrarsi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Io resto a El Salvador” hanno gridato circa 2.000 salvadoregni, per lo più giovani, mentre marciavano lungo la frontiera con il Guatemala per chiedere al governo di aiutarli a non lasciare il Paese. Radunati a Las Chinamas, a 100 chilometri da San Salvador, ragazzi provenienti da diverse zone del Paese hanno camminato lungo il confine per testimoniare la loro voglia di non migrare.

I GIOVANI DELLA CAROVANA AL CONTRARIO: “SOSTENIAMO L’INTEGRAZIONE”

La marcia è stata battezzata “carovana al contrario”, in contrapposizione alle masse di migranti centroamericani, originari del Guatemala, Honduras ed El Salvador, che cercano di raggiungere gli Stati Uniti.
Con lo slogan “sosteniamo l’integrazione”, i tanti giovani riuniti hanno chiesto al governo di Nayib Bukele e alle aziende locali di ricevere opportunità e non essere costretti a emigrare. Stando ai dati delle ong, ogni giorno, tra i 200 e i 300 salvadoregni lasciano il loro Paese, senza documenti, per gli Stati Uniti.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»