Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Allarme anoressia post Covid tra i minori, al Bambino Gesù impennata di casi

bambini_mascherina_coronavirus
Nel reparto di Pediatria generale prima della pandemia i posti occupati per i disturbi alimentari erano due o tre. Ora è mezzo pieno
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La pandemia da Covid-19 cela un’altra epidemia: quella dei disturbi del comportamento, in particolare alimentare, in bambini e adolescenti. “L’ospedale pediatrico Bambino Gesù (Opbg) presta assistenza anche sull’anoressia, e in questi casi l’interessamento neuropsichiatrico e psicologico in età pediatrica avviene quando c’è un minorenne con un indice di massa corporea al di sotto di 13“. Lo spiega Alberto Villani, past president della Società italiana di pediatria (Sip), che aggiunge: “Per capire l’impennata dei casi, va considerato il dato dei giorni di degenza nel reparto di Pediatria Generale: su 30 posti letto prima della pandemia bambini e adolescenti ne occupavano due o tre, ora più della metà”.

LEGGI ANCHE: Ansia nei bambini e sindromi psichiatriche tra adolescenti: le conseguenze del Covid

CI SONO STATI ANCHE CASI DI SUICIDI E AUTOLESIONISMO

Ma una impennata di ricorsi ai Pronto Soccorso si è verificata anche per “bambini con ideazione suicidiaria e autolesionismo. Questo in tutto il mondo”, conclude così il suo intervento il past presidente Sip al convegno sugli ‘Aspetti medici e sociali dell’età pediatrica in Italia’, in corso a Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»