fbpx

Tg Politico Parlamentare, edizione del 12 ottobre 2020

SECONDA ONDATA COVID, IL DPCM PER FERMARLA

Arriva un nuovo dpcm per contrastare la seconda ondata della pandemia da Covid 19. Ma non si tornera’ piu’ a lockdown nazionali. Il premier Giuseppe Conte, nel caso in cui la curva epidemiologica dovesse risalire, ipotizza al massimo chiusure circoscritte, che non arriveranno ad interessare ampie aree del territorio. Tra le misure previste l’obbligo di indossare la mascherina all’aperto anche per chi pratica sport a livello amatoriale, esclusi jogging e bicicletta, lo stop alle partite di calcetto tra gli amici, la chiusura anticipata per locali e ristoranti con il divieto di vendita di bevande da asporto dopo una certa ora. Probabile stretta anche per le feste private e riduzione della durata della quarantena dai 14 giorni iniziali.

CONTE: TARANTO HA SOFFERTO, ORA IL RISCATTO 

Il governo a Taranto per rilanciare la citta’ e iniziare a progettare un futuro verde per l’economia locale. Il premier Giuseppe Conte tiene a battesimo la facolta’ di Medicina, l’avvio del cantiere per il nuovo ospedale San Cataldo e il contratto di programma per le imprese. “Renderemo Taranto un polo d’eccellenza sostenibile a beneficio del Mediterraneo”, annuncia il premier che per la trattativa tra Invitalia e Arcelor Mittal sull’Ilva usa parole chiare: “O si chiude l’accordo o trarremo tutte le conseguenze”, dice. Gli obiettivi del governo restano la transizione energetica e l’economia green. “La comunita’ ha sofferto tanto, daremo risposte concrete”, dice il presidente del consiglio.

OK DELLA CAMERA, SOSTEGNO ALL’ECONOMIA

Via libera della Camera al decreto agosto, dopo il voto di fiducia con 294 voti a favore e 217 contrari. Il provvedimento contiene interventi per rilanciare l’economia con misure su lavoro, scuola, regioni e salute. Si tratta di “un passaggio molto significativo con misure necessarie per fronteggiare l’emergenza”, commenta il presidente della Camera Roberto Fico. Domani in aula a Montecitorio sono attese le comunicazioni del presidente del Consiglio Giuseppe Conte in vista del Consiglio europeo, a seguire l’esame con votazione dello scostamento di bilancio e la nota di aggiornamento al Def. Al Senato primo voto sul Recovery plan, con qualche trepidazione in maggioranza a causa dei contagi tra i senatori.

BIOLOGI IN PIAZZA: RICONOSCERE LA PROFESSIONE

Sono loro, da mesi, a processare i tamponi che servono a stanare il coronavirus. Ma, senza riconoscimenti formali, i biologi rischiano di scomparire. Questa mattina sono scesi in piazza Montecitorio per chiedere che la loro professione venga riconosciuta. “Ci sobbarchiamo anni di studi- denunciano- per poi vedere affidati posti di lavoro ad altre categorie che non hanno la nostra competenza”. Tanti i giovani in piazza, in camice bianco e sotto la pioggia hanno manifestato distanziati e con la mascherina. Protesta a Montecitorio anche per i giovani attivisti di Extinction Rebellion. La pandemia poteva essere l’occasione per contrastare il cambiamento climatico. “Ma questo non e’ avvenuto”, dicono. E il tempo sta per scadere.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

12 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»