fbpx

Tg Lazio, edizione del 12 ottobre 2020

CORONAVIRUS, APERTE ALTRE 6 POSTAZIONI DRIVE-IN NEL LAZIO

Prosegue il potenziamento della rete regionale dei drive-in dove effettuare il test per il Covid. L’Unita’ di crisi della Regione Lazio ha sottolineato, dopo le lunghe file dei giorni scorsi, “che la situazione nei drive-in è in miglioramento”. Le congestioni maggiori oggi si sono registrate nell’Asl Roma 2, a Togliatti, e a Colleferro. Intanto sono state aperte 6 nuove postazioni: all’ospedale Cristo Re e all’Idi a Roma, alla Casa della Salute di Ladispoli, all’aeroporto di Guidonia, a Tarquinia e Gaeta.

ROMA, SINDACATI A PREFETTO: PIÙ TPL, RIPENSARE SERVIZI E ORARI LAVORO

I sindacati chiedono l’intervento del prefetto di Roma, Matteo Piantedosi, su quei settori della vita cittadina che rischiano di fare alzare ulteriormente la curva del contagio, in particolare i trasporti. I segretari regionali e di categoria di Cgil, Cisl e Uil hanno mandato una lettera al prefetto sottolineando “la preoccupazione per il mancato rispetto del distanziamento sui mezzi pubblici” ma anche la necessità di “ripensare l’organizzazione dei servizi con interventi sul lavoro agile e la rimodulazione degli orari di lavoro e di apertura degli esercizi commerciali”. Per i sette firmatari della lettera “è necessario trovare soluzioni che garantiscano la salute di tutti”.

A ROMA 6MILA AUTO ELETTRICHE, MA SOLO 339 COLONNINE RICARICA

A Roma circolano ogni giorno circa 6.000 auto elettriche. Ma le colonnine di ricarica installate sono solo 339. E’ quanto emerso durante la commissione Mobilità del Comune di Roma, convocata stamani per fare il punto sul piano ‘Ricariche per i veicoli elettrici’, già approvato dal Campidoglio. “E’ un piano innovativo perché noi crediamo nella mobilità elettrica, che ha un impatto minore sull’ambiente e sulla salute dei cittadini” ha detto il presidente della commissione, Enrico Stefàno. I tecnici hanno spiegato che in tempi brevi si potrà arrivare a 622 colonnine di ricarica. Inoltre si sta aprendo una conferenza dei servizi per esaminare le 200 nuove colonnine chieste da Acea.

MOSTRA MARMI TORLONIA A VILLA CAFFARELLI, E ROMA AVRÀ MUSEO

I marmi Torlonia finalmente esposti a Villa Caffarelli. Un doppio evento – la mostra e la nuova sede espositiva – che aprira’ al pubblico mercoledì 14 ottobre e sarà visitabile fino al 29 giugno 2021. Sono 92 le opere selezionate tra i 620 marmi catalogati e appartenenti alla collezione Torlonia, la più prestigiosa collezione privata di sculture antiche. “Lo Stato è pronto a mettere a disposizione luoghi e risorse per creare a Roma un grande Museo Torlonia” ha sottolineato il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, aggiungendo di aver individuato come possibile sede Palazzo Rivaldi, davanti al Colsseo. “Abbiamo già deliberato 40 milioni di euro per la ristrutturazione” ha spiegato Franceschini.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Guarda anche:

12 Ottobre 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»