Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Conte a Taranto: “Mezzogiorno punti su scienza, ricerca e cultura”

Il premier questa mattina ha partecipato all'avvio dei lavori del nuovo ospedale San Cataldo e all'inaugurazione della scuola di medicina
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BARI – “È bello iniziare la giornata dove la fragilità sarà curata”. Lo ha detto l’arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro, benedicendo l’avvio dei lavori nel cantiere del nuovo ospedale di Taranto a cui partecipa anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Nella prima pietra, un cubo in cemento armato, il Premier ha inserito una pergamena che rimarrà a “imperitura memoria di questa giornata”, ha sottolineato il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano che ha coperto col cemento la fessura in cui è stato depositato lo scritto riportante la data di oggi.

OSPEDALE SAN CATALDO DI TARANTO ATTESO DA 40 ANNI

Oggi – ha aggiunto Emiliano – è una festa per Taranto: l’ospedale San Cataldo era atteso da 40 anni e finalmente sta accadendo”. “I lavori di quello che diventerà “l’ospedale più grande e moderno della Puglia”, ha evidenziato il governatore, sono finanziati dal Contratto istituzionale di sviluppo. Conte, che si è concesso una foto con le maestranze, ha partecipato anche alla inaugurazione della facoltà di Medicina di Taranto che avrà sede nell’ex Banca di Italia, immobile acquisito dalla Regione.

CONTE: “MEZZOGIORNO PUNTI SU SCIENZA, RICERCA E CULTURA”

“Il governo ha preso degli impegni, non amo parlare di promesse, che vanno mantenuti e concretizzati, in particolare dedicati a Taranto e al Mezzogiorno. Il Mezzogiorno deve puntare su scienza, ricerca e cultura”. Lo dice Giuseppe Conte, partecipando all’inaugurazione della scuola di medicina di Taranto. 

SINDACO DI TARANTO: “CITTÀ MERITA INVESTIMENTI SENZA LIMITI”

“La qualità della vita dei cittadini di Taranto vale più di mille progetti e merita investimenti senza limiti dopo un secolo al servizio dell’industria nazionale, con tutte le conseguenze che ben conosciamo e che stiamo contrastando con tutte le nostre forze”. Lo ha detto il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, a margine della posa della prima pietra dell’ospedale San Cataldo.

“Questo grande e attrezzato ospedale sarà presto realtà, cambierà la vita dei tarantini che non saranno più costretti a ricercarsi altrove per strutture sanitarie di eccellenza e sarà – ha aggiunto – un riferimento scientifico e professionale. Il duro lavoro di questi mesi con la Regione Puglia, l’Asl Taranto e Invitalia, come la visita sul cantiere del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, dei ministri Giuseppe Provenzano e Paola De Micheli, dei sottosegretari Mario Turco e del viceministro per la Salute Pierpaolo Sileri, sanciscono che il Paese intero sta finalmente saldando questo grande debito con la nostra comunità”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»