Battipaglia, nube tossica da rogo pneumatici. Sindaco: “Sotto assedio”

"esiste disegno criminale per sotterrare sotto a rifiuti questa terra"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

NAPOLI – Nuovo incendio sul territorio di Battipaglia e nuovo allarme per la salute pubblica. Questa volta le fiamme hanno interessato, nella zona industriale della citta’, un’azienda di trasformazione pneumatici in bitume. Dall’incendio della scorsa notte, che “sembrerebbe doloso”, afferma la sindaca Cecilia Francese, sarebbe nata una nube tossica che ha spinto la stessa Amministrazione a richiedere “l’installazione di una centralina per il monitoraggio dell’aria.

Nelle prossime ore, e non appena i dati verranno resi disponibili dai tecnici, informero’ immediatamente circa i risultati dei test”. Il rogo, le cui cause sono tutte da accertare, segue di poche settimane, quello che ha coinvolto, sempre nella medesima area, un deposito di rifiuti. L’azienda di pneumatici andata a fuoco, sottolinea ancora la sindaca, “proprio due giorni e’ stata controllata per il carico di rifiuti speciali gestito”.

“Ricordo che il Comune di Battipaglia – spiega Francese – si oppose in conferenza dei servizi in Regione Campania alla riapertura del sito, oltre un anno e mezzo fa, dopo il sequestro da parte della polizia locale per diverse inosservanze legislative. La societa’ che all’epoca gestiva il sito si oppose al provvedimento di sequestro e, nelle more di bonificare l’area e ripristinare lo stato dei luoghi, la Regione autorizzo’ la riapertura ad un’altra societa’ nonostante l’opposizione del Comune di Battipaglia”.
“La citta’ e’ sotto assedio. Un assedio permesso da altri ma che oggi non e’ piu’ possibile tollerare e sostenere”, rimarca il primo cittadino.

“Il costo da pagare per la mia gente e’ altissimo e non sono piu’ disposta ad attendere chissa’ che.áÈ evidente che esiste un disegno criminale di sotterrare sotto ai rifiuti questa terra e avvelenarli con la puzza. Anche in ragione di questo nuovo grave episodio accaduto questa notte – conclude Francese -, ho chiesto a Sua Eccellenza Francesco Russo, prefetto di Salerno, la convocazione del Comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico invitando anche governatoreá della Regione Campania e il presidente della Provincia di Salerno”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»