Aborto, le associazioni cattoliche preparano 2 istanze

In risposta a 5 proposte su depenalizzazione, presto in consiglio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

sanMarino_piazza_libertaSAN MARINO – Le aggregazioni e associazioni laicali della Diocesi di San Marino e Montefeltro sono pronte a lanciare la sottoscrizione di due istanze d’Arengo in difesa della vita. Questa la risposta alle cinque istanze pro-aborto che dalla prossima settimana saranno al vaglio del Consiglio grande e generale. In una nota della Diocesi infatti, le associazioni annunciano di aver organizzato per venerdi’ sera, alle 21, alla Sala Montelupo, una conferenza pubblica dal titolo “Uno di noi: affinche’ nessuno sia lasciato indietro”. L’appuntamento sara’ occasione per la presentazione di una brochure in tema e soprattutto, per la sottoscrizione di due istanze d’Arengo “orientate- spiega la nota- a riaffermare la dignita’ della vita fin dal concepimento e a richiedere un maggior coinvolgimento delle associazioni, accanto al pubblico, per il sostegno e la tutela della vita in ogni sua fase”.

Alla luce delle istanze d’Arengo in tema di aborto, le associazioni auspicano quindi che in parallelo “si apra nel paese un dialogo sul tema della difesa della vita, quella del bambino e della madre, ma anche quella del malato e dell’anziano, insomma della vita dal concepimento fino al suo termine”. Invitano quindi ad un dialogo “basato sulla ragione e non su posizioni ideologiche”. Quindi, “in un mondo dove la maggioranza degli Stati ha abbracciato una cultura individualistica e dello scarto che non rispetta la vita- proseguono- il nostro piccolo Stato ha una responsabilita’ universale e puo’ diventare una luce di speranza, un Paese in cui si afferma una diffusa cultura della vita”. Inoltre, “le istanze non ci trovano d’accordo- puntualizzano infine- poiche’ non tengono conto della dignita’ della donna, del ruolo della famiglia e della societa’ civile”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»