hamburger menu

Fermato il presunto responsabile dell’incendio di via della Magliana

La Polizia locale di Roma Capitale è risalita all'uomo grazie alle telecamere di sorveglianza. Gualtieri: "Reati così gravi non possono rimanere impuniti"

Pubblicato:12-08-2022 14:47
Ultimo aggiornamento:12-08-2022 14:47
Canale: Roma
Autore:
piromane-magliana-1
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – È stato fermato ieri pomeriggio dalla Polizia locale di Roma Capitale un uomo, accusato di aver appiccato l’incendio lunedì 8 agosto in via della Magliana, tra il canile e la stazione ferroviaria, che ha causato molteplici danni, interessando anche alcuni edifici e auto in sosta. Sono stati gli agenti del Gpit (Gruppo Pronto Intervento Traffico), diretti dal vicecomandante Mario De Sclavis, ad avviare subito le indagini che hanno permesso di individuare il soggetto.

Grazie a una prima accurata analisi delle immagini di videosorveglianza poste nelle vicinanze è stato possibile individuare l’uomo, ma è tramite i successivi e costanti appostamenti in tutta l’area del rogo che gli operanti sono riusciti ad intercettare il cittadino, un italiano di 53 anni residente in zona.

Accompagnato presso gli uffici di Circonvallazione Ostiense, il personale ha proceduto a svolgere gli accertamenti del caso, al termine dei quali è scattata la denuncia per incendio doloso nei confronti del 53enne e la traduzione in carcere presso la casa circondariale di Rieti.

GUALTIERI: “REATI DI TALE GRAVITÀ NON POSSONO RIMANERE IMPUNITI”

Ai caschi bianchi capitolini è arrivato il plauso del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri: “Complimenti al Gruppo Pronto Intervento Traffico della Polizia locale di Roma Capitale che, grazie ad accurate indagini e appostamenti, ha individuato il presunto responsabile dell’incendio dell’8 agosto in via della Magliana. Reati di tale gravità non possono rimanere impuniti“, ha commentato il primo cittadino su Twitter.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-08-12T14:47:07+02:00