Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Vaccino, raccomandato in gravidanza anche dai Centers for Disease Control and Prevention Usa

coronavirus donna incinta
"Le donne in gravidanza e incinte da poco tempo hanno maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di covid rispetto alle persone non in attesa" di un figlio
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La vaccinazione covid è raccomandata per tutte le persone di età pari o superiore a 12 anni, comprese le donne in gravidanza, che allattano, che stanno cercando di avere un figlio o che potrebbero rimanere incinte in futuro“. Lo dichiarano i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) statunitensi.
Il report precisa inoltre che “le donne in gravidanza e incinte da poco tempo hanno maggiori probabilità di ammalarsi gravemente di covid rispetto alle persone non in attesa” di un figlio. Il messaggio per le future mamme è dunque quello che “vaccinarsi può proteggere da malattia grave” da covid. I Cdc rassicurano inoltre sulla vaccinazione con prodotti a mRna, come Moderna o Pfizer-BioNTech, sottolineando che “un nuovo studio Cdc non ha riscontrato un aumento del rischio di aborto spontaneo dopo la vaccinazione covid durante l’inizio della gravidanza”.

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid e gravidanza: quali sono i rischi per chi vuole avere un bambino?

Il vaccino contro il Covid altera il ciclo mestruale?

Ingrossamento linfonodi dopo il vaccino? L’esperta: “Se accade fare un controllo”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»