Diabolik, il Tar respinge la richiesta della famiglia: i funerali saranno privati

I parenti fanno sapere che non si presenteranno alla cerimonia
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il Tar del Lazio ha respinto la richiesta della famiglia di Fabrizio Piscitelli, l’ex capo degli Irriducibili della Lazio ucciso la settimana scorsa e più noto come Diabolik, di ottenere i funerali del loro congiunto in forma pubblica dopo il divieto della Questura per motivi di ordine pubblico. Le esequie, previste probabilmente per domani mattina all’alba al cimitero Flaminio, dovrebbero tenersi dunque in forma strettamente privata anche se non è escluso l’arrivo di molti tifosi ed ultras della Lazio, e di altre tifoserie d’Italia e d’Europa, nonostante i divieti imposti, per un ultimo omaggio. La moglie di Diabolik, però, ha fatto sapere che viste le cose la famiglia non si presenterà al funerale. Chiedendo a tutti quelli gli volevano bene a non presentarsi.

FIGLIA DIABOLIK: DOMANI NON CI PRESENTEREMO A FUNERALI

“Domani noi non ci presenteremo!”. E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook Giorgia, la figlia di Fabrizio Piscitelli, in arte Diabolik, in merito ai funerali del padre, ucciso la settimana scorsa, che si terranno domani mattina al cimitero Flaminio.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

12 Agosto 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»