Orvieto, bomba di 200kg della Grande guerra. Il Genio la disinnesca e fa brillare – FOTO

A oltre 70 anni di distanza, non sono ancora finite le bombe risalenti al secondo conflitto mondiale sparse
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

A oltre 70 anni di distanza, non sono ancora finite le bombe risalenti al secondo conflitto mondiale sparse sul suolo italiano. Questa volta è toccato a Fori di Baschi, nel comune di Orvieto, a soli 250 metri dall’autostrada A1. L’ordigno, di fabbricazione americana e del peso di da 500 lbs (220 kg), è stato disinnescato e fatto brillare dagli artificieri dell’Esercito su richiesta della Prefettura di Terni.

Le operazioni sono durate qualche ora: iniziate all’alba, si sono concluse alle 10,20 e hanno comportato lo sgombero di un’area del raggio di 1.800 metri, il blocco del traffico dell’autostrada A1 e la chiusura della linea ferroviara regionale Roma-Firenze nonché dello spazio aereo sovrastante. Dopo la rimozione della spoletta, la bomba è stata trasportata in una cava dove è stata fatta brillare.

Ma non si tratta purtroppo di un caso isolato: i reparti del Genio quest’anno hanno condotto 7.000 operazioni analoghe, e oltre 30mila negli ultimi dieci anni.

Di Alfonso Raimo – Giornalista Professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»