hamburger menu

Accordo Usl Vda-sindacati, 250.000 euro per i dipendenti

Coloro che non beneficiano di libera professione o indennità attrattività

(DIRE – Notiziario Sanità e Politiche sociali) Aosta, 12 giu. – L’Usl della Valle d’Aosta e le organizzazioni sindacali hanno siglato un accordo per lo stanziamento di 250.000 euro di fondi rivolti al personale del comparto che non può beneficiare di altri strumenti incentivanti, come la libera professione in favore dell’azienda e le indennità di attrattività. Le risorse erano previste contrattualmente nel 2021 per la produttività e riservate a progetti-obiettivo strategici. Via libera anche all’accordo per l’erogazione dei fondi residui dell’anno 2020 -che ammontano a 1,2 milioni di euro- la cui liquidazione è prevista entro il prossimo mese di agosto, mentre è in fase di definizione l’accordo sulle progressioni orizzontali, fermo dal 2018.

La direzione strategica dell’azienda sanitaria valdostana esprime, in una nota, particolare soddisfazione per l’esito della contrattazione e la definizione degli accordi a beneficio del personale dipendente: “È un ulteriore tassello fra le molte iniziative che l’azienda sta attivando con le organizzazioni sindacali- spiega il direttore generale dell’Usl, Massimo Uberti- al fine di dare un riconoscimento per l’impegno profuso, un ulteriore impulso all’azione aziendale e ad incrementare il livello dei servizi al cittadino. Su questo tema vi è piena sintonia con le organizzazioni che rappresentano i lavoratori, che ringrazio”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-06-12T12:55:49+02:00