VIDEO | Pm Rota: “Massima collaborazione da governo. Ci saranno indagati? Non posso rispondere”

Il pm di Bergamo scambia poche parole con i cronisti. Dal canto suo, Conte avrebbe detto: "Ho voluto chiarire tutti i passaggi nei minimi dettagli"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Abbiamo sentito come persone informate dei fatti il presidente del consiglio, il ministro della salute e il ministro dell’interno. Le audizioni si sono svolte in un clima di massima distensione e collaborazione istituzionali. ora ce ne andiamo grati di queste dichiarazioni a completare il nostro lavoro”. Lo ha detto la pm di Bergamo Maria Cristina Rota, lasciando Palazzo Chigi.

CI SARANNO INDAGATI? NON POSSO RISPONDERE

Al termine dell’audizione del premier Giuseppe Conte e dei ministri Roberto Speranza e Luciana Lamorgese la pm di Bergamo Maria Cristina Rota si ferma a fare una breve dichiarazione ai giornalisti. I cronisti le chiedono se ci saranno indagati. Al che la magistrata si ritrae. Scuote il capo, allarga le braccia e dice: “No, no” con il chiaro intento di voler evitare di rispondere alla domanda (come si vede nel video). La domanda le viene rivolta nuovamente poco dopo, Rota sta per dire che non può rispondere, quando viene sottratta alle domande da un collega dello staff inquirente.

RESPONSABILITÀ GOVERNO? COSÌ EMERGEVA A FINE MAGGIO

La mancata zona rossa in Val Seriana è stata responsabilità del governo? “Io avevo detto che dalle dichiarazioni che avevamo in atto emergeva quello in quel momento, oggi non ho altro da aggiungere”, dice Maria Cristina Rota, procuratore facente funzioni di Bergamo, lasciando Palazzo Chigi, dopo aver ascoltato il premier Conte e i ministri Speranza e Lamorgese, tornando sulle sue parole del 29 maggio, rispondendo a una domanda dei cronisti. 

LEGGI ANCHE: Il pm di Bergamo a Palazzo Chigi: dopo Conte, ascoltati anche Lamorgese e Speranza

CONTE: HO VOLUTO CHIARIRE TUTTI PASSAGGI NEI MINIMI DETTAGLI

“Ho voluto chiarire tutti i passaggi nei minimi dettagli”. Così il premier Conte al termine dell’audizione con i pm di Bergamo, secondo fonti Chigi.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, sindaco Nembro: “Governo e Lombardia corresponsabili”

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»