Il film nigeriano ‘Fourth Republic’ sbarca su Netflix

Dopo Hollywood e Bollywood, la piattaforma di streaming è sempre più interessata a Nollywood: arriva l’accordo per altre serie tv e pellicole
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – Domani approderà sulla piattaforma Netflix Fourth Republic (Quarta Repubblica), film del regista Ishaya Bako uscito nel 2019 e considerato una delle pellicole più interessanti nel panorama cinematografico nigeriano.

NOLLYWOOD PIACE A NETFLIX

“Siamo davvero contenti di condividere il nostro film col resto del mondo” ha dichiarato Bako, che ha ricordato quanto l’ultimo anno “sia stato pesante per ognuno, per ovvie ragioni, ma una cosa che non è cambiata è la possibilità per le persone di guardare prodotti di intrattenimento di buona qualità stando comodamente a casa”. Il riferimento è alla pandemia di coronavirus, che ha costretto a rimanere in casa milioni di persone in tutto il mondo.

La proiezione di Fourth Republic sulla piattaforma di streaming internazionale rispetta però anche un’altra esigenza: la pellicola verrà trasmessa all’indomani del 12 giugno, in cui cade la Giornata della democrazia. Nel 1999, in quel giorno i militari lasciarono il potere, permettendo alla Nigeria di diventare un Paese fondato sulle istituzioni rappresentative.

LA TRAMA

Fourth Republic, stando ai critici internazionali, è un thriller e un’ode all’importanza della democrazia. Protagonista della storia è una donna, Mabel King (interpretata da Kate Henshaw), che si candida per diventare governatrice. Entra così in un mondo di intrighi per il potere, e alla fine il manager della sua campagna elettorale, Sikiru (Jide Attah), ne pagherà il prezzo, restando ucciso nel corso di un’aggressione. Presunti brogli che portano alla vittoria l’avversario politico spingeranno poi la protagonista a combattere in tribunale due battaglie: la prima per far luce sulla morte del collaboratore e l’altra per contestare i risultati del voto, con esiti imprevisti. Fonti di stampa concordanti definiscono il film una critica severa alle istituzioni nigeriane. Lo scorso anno, oltre ad essere proiettato nelle sale cinematografiche, Fourth Republic è stato portato anche nelle piccole comunità e nei campus universitari.

Per il cinema nigeriano le buone notizie però non finiscono qui: Netflix sta dimostrando un crescente interesse per il mercato africano e soprattutto per Nollywood, la terza industria cinematografica del mondo dopo Hollywood e Bollywood, come dimostra l’accordo di collaborazione stretto con la produttrice Mo Abudu e annunciato oggi. Abadu è a capo della casa di produzione EbonyLife, che ha prodotto oltre 5.000 ore di programmi per la televisione e film per Nollywood. Il suo compito sarà quello di affiancare la piattaforma nella produzione di due serie tv e di altre pellicole targate Netflix.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»