“Ue’ pe’ mo’ nen t’azzecca’!”, a Campobasso continua la campagna per il distanziamento sociale

"L'iniziativa è stata accolta con successo dai cittadini", dichiara l'assessore alle Politiche Sociali Luca Praitano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – “Ue’ pe’ mo’ nen t’azzecca’!”. Questo lo slogan della campagna di sensibilizzazione sulle corrette misure per il distanziamento sociale in ogni situazione quotidiana promossa dal Comune di Campobasso con il contributo dei ragazzi dell’Unitalsi. I gazebo informativi saranno presenti anche questo fine settimana, venerdi’ e sabato, dalle 20:00 alle 23:00, e domenica per tutta la mattina, lungo corso Vittorio Emanuele e in prossimita’ di via Ferrari. Ai gazebo sara’ possibile acquistare anche magliette, mascherine e shopper bag realizzate per meglio divulgare il messaggio della campagna.

“Siamo contenti di come lo spirito della campagna promossa dalla nostra Amministrazione e’ stato recepito e trasmesso in queste prime settimane da una larga parte della popolazione cittadina”. Cosi’ l’assessore alle Politiche Sociali Luca Praitano, che aggiunge: “i ragazzi dell’Unitalsi sono stati importantissimi, perche’ ci hanno permesso di instaurare un contatto diretto ed immediato non solo con i piu’ giovani, ma anche con cittadini di ogni eta’ che sono stati avvicinati per strada, nei punti nevralgici della vita serale e notturna della nostra citta’, per ricevere materiale informativo e promozionale legato al senso della campagna di sensibilizzazione”. E sono stati proprio i cittadini a richiedere la possibilita’ di ottenere e acquistare magliette, shopper bag e mascherine con il logo della campagna, “a dimostrazione – sottolinea l’assessore – di come un messaggio non solo ben congeniato ma anche fondato su un tema centrale del nostro odierno vivere, possa trovare nuove ed innovative modalita’ di diffusione che ne amplificano lo scopo portando, si spera, ad un’attenzione maggiore in merito ai comportamenti sociali piu’ consoni da mettere in pratica anche nei momenti di svago che ci stiamo avviando a riscoprire”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»