Francia, trionfa Macron. Cambia la ‘Republique’

Se i risultati del primo turno di ieri saranno confermati, il partito di Macron disporrà di oltre 400 seggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il cambiamento nel parlamento francese sarà il più drastico dal 1958, quando nacque la Quinta repubblica di Charles de Gaulle, se domenica prossima saranno confermati i risultati del primo turno che indicano un’ampia maggioranza in favore del movimento del presidente Emmanuel Macron. Il dato, statistiche su deputati al primo mandato alla mano, è evidenziato da alcuni dei principali giornali di Francia all’indomani del primo turno delle legislative. A oggi i seggi già assegnati sono appena quattro su 577.

Se le indicazioni del primo turno saranno confermate, però, il partito di Macron disporrà di oltre 400 seggi. In caduta libera i socialisti, che rischiano di perdere oltre 200 rappresentanti. In termini percentuali dietro La Republique En Marche!, prima forza con oltre il 32% dei consensi, si sono piazzati i Republicains (21 per cento). A seguire il Front National (13,2 per cento) e La France Insoumise, il movimento di sinistra, poco sopra l’11 per cento. In calo la partecipazione: inferiore al 49 per cento, otto punti in meno rispetto al 2012.

di Vincenzo Giardina, giornalista professionista

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»