Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Veneto è allarme asili: il posto c’è, ma in Comuni lontani

Lo ha denunciato ieri in Senato il senatore veneto Franco Conte (Ap Ncd-Udc)
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

disegno, bambini, asilo, giochiVENEZIA – Il prossimo anno in Veneto “in alcuni Comuni ci sarebbero bambini che non potrebbero frequentare nel luogo di residenza la scuola dell’infanzia, a meno che i genitori non ricorrano a scuole pubbliche o paritarie di altri Comuni“. Lo ha denunciato ieri in Senato il senatore veneto Franco Conte (Ap Ncd-Udc), evidenziando che in regione “le scuole paritarie private coprono oltre il 66% del servizio”. A rendere più grave la situazione c’è poi il fatto che “la dirigente regionale la settimana scorsa non ha avuto la garanzia di poter avere la dotazione organica necessaria per aumentare il numero di sezioni della scuola dell’infanzia statale per far fronte alla necessità di accogliere bambini che frequentavano scuole paritarie che hanno chiuso o che chiuderanno”, continua Conte, secondo cui i problemi “non riguardano solo Comuni minori” e se la situazione non cambia ci saranno “disagi e oneri maggiori a carico delle famiglie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»