Roma, Bernaudo (Liberisti Italiani): “Dal 16 aprile Raggi sindaco abusivo, va commissariata”

Andrea Bernaudo, presidente di Liberisti Italiani e candidato sindaco a Roma: "Dal 16 aprile i sindaci sono politicamente abusivi e devono andare a casa"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Dal 16 aprile la Raggi, la sua giunta e l’intera Assemblea capitolina saranno abusivi. La legislatura è finita. Così come il governo ha compresso e comprime le libertà economiche, chiude le aziende e impone il coprifuoco ai cittadini in nome della pandemia, ora commissari Roma Capitale e tutti gli altri sindaci, a partire da quelli delle grandi città. Dal 16 aprile i sindaci sono politicamente abusivi e devono andare a casa. A Roma in particolare il commissariamento va fatto anche per la vergognosa situazione del sistema dei rifiuti, di nuovo al collasso. Su questo tema non servono le multiutilities, tra società sane e società decotte come abbiamo sentito da qualche vecchio trombone statalista. A Roma va chiuso il contratto di servizio con Ama e va messa a gara la raccolta dei rifiuti frazionando i bandi ed il servizio di raccolta sul territorio. Con i fondi del Recovery plan per Roma, anzichè monopattini e altre amenità vanno realizzati immediatamente 4 impianti per la chiusura del ciclo dei rifiuti, sul modello di Copenhagen. Produrre energia a impatto zero si può, per azzerare la Tari è per uscire dai falsi dogmi della sinistra e degli ambientalisti a 5 stelle che con le loro idee balorde e i loro tabù hanno – entrambi – sommerso di immondizia Roma”. Così in una nota Andrea Bernaudo, presidente di Liberisti Italiani e candidato sindaco a Roma.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»