Bologna, raid dei writer in via Belle Arti/FOTO

Stanotte sui muri della zona universitaria sono spuntate decine di scritte
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

BOLOGNA – Erano stati puliti e ritinteggiati da poco dai volontari dei comitati, e stamane i muri di via Belle Arti a Bologna sono di nuovo imbrattatati. A segnalarlo, chiedendo alle forze dell’ordine di controllare le immagini delle telecamere e di fare dei pattugliamenti, sono Otello Ciavatti e Camilla Giorgini, per conto del comitato Piazza Verdi-Zona Universitaria e cittadini di via Belle Arti. Che, comunque, si dicono già pronti a riprendere in mano pennelli e tinte per cancellarli. La via, si arrabbiano i comitati “è stata invasa da decine di scritte alcune inneggianti la rivoluzione, l’inutilità del voto, la bellezza del terrorismo, altre rivolte contro sbirri, militari, poliziotti, università”.

Insomma “un florilegio di frasi sconnesse, frutto di una totale impotenza e di una distanza abissale da ciò che pensa la gente e dai problemi reali del lavoro e della sicurezza”. I danni, sottolineano, sono ingenti. Il raid è avvenuto durante la notte scorsa, probabilmente dopo mezzanotte, perché fino ad allora diversi testimoni dicono che non c’erano ancora, concludono i comitati.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»