Coronavirus, sospesi i ricoveri programmati in Campania

La sospensione riguarda anche tutte le attività in libera professione intramoenia". Sarà possibile "effettuare solo ricoveri con carattere d'urgenza non differibili"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

NAPOLI – Con una comunicazione inviata questa mattina ai direttori generali e commissari straordinari delle Asl, delle Aziende ospedaliere e di quelle ospedaliere universitarie, la direzione generale per la tutela alla salute e coordinamento del sistema sanitario della Campania “dispone la sospensione a far data dal 12 marzo 2020 e fino al 6 aprile 2020 dei ricoveri programmati sia medici che chirurgici nelle strutture ospedaliere pubbliche, private accreditate e gli ospedali classificati”.

La sospensione, viene specificato, “è valida per tutti i ricoveri programmati ad eccezione dei ricoveri per pazienti onco-ematologici medici e chirurgici”. Negli altri casi, da quanto apprende la Dire, sarà dunque possibile “effettuare solo ricoveri con carattere d’urgenza non differibili”.

La sospensione “è cogente anche per tutte le attività in libera professione intramoenia”. Alle Asl del territorio è demandato il compito di “notificare il provvedimento alle case di cura private accreditate e agli ospedali classificati operanti nel loro territorio”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»