Coronavirus, Catalfo: “Cassa integrazione per tutti e indennizzi per partite Iva e autonomi”

"Sto studiando un voucher baby sitter speciale per il personale sanitario", dice la ministra del Lavoro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Invito tutti a utilizzare il lavoro agile che consente di lavorare da casa e non affollare i luoghi di lavoro per rallentare il contagio”. È l’appello della ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo che, ospite di Radio anch’io, assicura che il governo sta lavorando a “misure di tutela per tutti i lavoratori in questa situazione difficile. In particolare sara’ assicurata la cassa integrazione per tutti i lavoratori, in tutti i settori, su tutto il territorio, cosi’ nessuno perde il lavoro. Anche per le partite IVA e gli autonomi stiamo pensando ad un indennizzo attorno ai 500 euro“. 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, il governo chiude negozi, bar e ristoranti. Conte: “È il momento di fare un passo in più”

Per le famiglie, continua Catalfo, “stiamo elaborando un congedo parentale speciale di 10-15 giorni che puo’ essere utilizzato dal papa’ e dalla mamma in alternanza, retribuito fino ai 12 anni del bambino. In alternativa c’e’ il voucher baby-sitter. Si tratta- conclude- di misure che dovrebbero essere varate domani in consiglio dei ministri”.

VOUCHER BABY SITTER SPECIALE PER MEDICI E INFERMIERI

“Sto studiando un voucher baby sitter speciale per il personale sanitario per consentire a medici, infermieri e operatori socio-sanitari di andare a lavorare e avere qualcuno che badi ai loro figli”. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

12 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»