Dopo dieci anni tornano i Telegatti

Il prossimo ottobre a Milano il Gran Premio Internazionale dello Spettacolo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Vi ricordate il Telegatto? Il premio della televisione italiana a forma di micio assegnato ogni anno ai programmi e personaggi più amati della tv? Ebbene, il riconoscimento televisivo sta per tornare a miagolare sul piccolo schermo. Il prossimo ottobre a Milano, dopo 10 anni dall’ultima edizione, il Gran Premio Internazionale dello Spettacolo, ideato da TV Sorrisi e Canzoni, sarà nuovamente celebrato. A confermarlo Aldo Vitali, il direttore del popolare settimanale, durante la presentazione del libro “Il Telegatto. Storia del premio più amato dalle star“, alla Fiera Internazionale dell’Editoria di Milano.

L’origine dei telegatti

L’ Oscar della tv italiana nasce nel 1971 ma approda per la prima volta sul piccolo schermo nel 1984. Elemento caratterizzante dei Telegatti è il carattere popolare: a scegliere i vincitori dell’ambito premio erano infatti i lettori di “Tv Sorrisi e Canzoni”. L’addio nel 2008 con l’ultima edizione condotta da Pippo Baudo e Michelle Hunziker. 

Per ora non abbiamo ulteriori dettagli su ciò che accadrà nella nuova edizione della kermesse, sappiamo solo che sarà una “versione innovativa” che terrà conto dei cambiamenti che hanno influenzato la società in questi anni, tra cui l’avvento dei social network.

È ufficiale: dopo dieci anni, tornano i #Telegatti. Aldo Vitali, direttore di @tvsorrisi, ha annunciato a @TempodiLibri che a metà ottobre ci sarà la nuova edizione del premio "più amato dalle star".#TdL18 pic.twitter.com/6yNFn2U7t4

— Gruppo Mondadori (@mondadori) 12 marzo 2018

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»